mercoledì 24 febbraio 2010

TRA UNA CROCETTA E L'ALTRA...

... mio figlio mi ha chiesto la merenda e non avevo in casa nulla. Mi è venuta in mente una vecchia ricetta per una merenda veloce, semplice e gustosa che facevo quando i bimbi erano piccoli e che non avevo più preparato da anni: la torta di yogurt. E' una ricetta molto conosciuta ma la scrivo lo stesso, magari qualcuna di voi non l'ha mai provata.
Un vasetto di yogurt, un vasetto di olio, 3 uova, 2 vasetti di zucchero, 3 vasetti di farina e una bustina di lievito. A piacere si può aggiungere cacao, vaniglia, limone, arancia o quant'altro ci viene in mente per cambiare il gusto.
Non si pesa nulla, si usano i vasetti dello yogurt come misura. Si lavora il tutto (io uso lo sbattitore elettrico) per pochi minuti e si informa per circa 45 minuti.
E, a proposito di dolcezze, vi mostro gli ultimi regali di compleanno che ho ricevuto.
Da Francesca che non è riuscita a ricamare nulla ma.... guardate un  po'... mi ha spedito un pacco pieno zeppo di specialità della sua Sardegna e della sua terra di adozione, la Lomellina.
Regalo graditissimo anche se mi ha fatto venire una voglia di partire subito subito per la Sardegna. In attesa delle vacanze, mi consolerò centellinando queste squisitezze.

Poi dalla mia amica Manu ho ricevuto questa bella scatola per il the (ripiena tra l'altro di tantissime buone tisane). Come si dice, i figli del calzolaio vanno sempre in giro scalzi... ho regalato un bel po' di scatole ma le mie bustine del the le tenevo in una scatola grezza, in attesa di "abbellirla". Ora non ne ho più bisogno. Già traslocate nella mia nuova scatola a tema : )

E infine un po' di tempo fa ho incontrato la mia amica Niky per un giretto di shopping a Monza e lei, dolcissima e gentilissima come sempre, si è presentata con questo bel cestinetto cucito da lei che le francesi chiamano poubelle, cioè piccola pattumiera per i fili da ricamo ma che lei ha destinato a porta dischetti da bagno.Delizioso!

7 commenti:

Il pollaio di Pat ha detto...

mai fatta la torta allo yogurt ...proverò!!! (vasetto piccolo o da 500 gr?)
bella la scatola e hai proprio ragione :in casa del calzolaio.....le scarpe sono rotte!!!
bella la scatola ricevuta come anche il cestinetto cucito...
e per le dolcezze ti va bene che non sono in zona altrimenti .........chissà se riuscivi a fotografarle!!!
pat

carmen ha detto...

La faccio spesso e ultimamente aggiungo anche le mele e le nocciole, buonissima! sai che pero' non mi ricordo piu' la tua ricetta del pan di spagna? L'ho anche fatto quando me la ricordavo ancora e non era uscito niente male x me che non ero mai riuscita a farlo.
Per i regali che dire . . . belli i manufatti e ... da golosona che sono ... un apprezzamento speciale per le cibarie ;-)
ciao Carmen

Fran ha detto...

ciao Maria la torta allo yogurt è una delle nostre preferite perchè è semplice da fare, gustosa e leggera :) io quando la faccio la metto nei vasetti piccoli di alluminio così vengono piccole tortine come i muffin. a mauri piacciono tanto :) sono veramente contenta che i nostri prodotti ti siano piaciuti così vi coccolate un pò con le delizie della sardegna e non solo. un abbraccio forte forte Fran

Anto:o) ha detto...

Io faccio una torta allo yogurt, ma è totalmente diversa...vado a preparare gli ingredienti e la impasto subito;o)
Dici che se la faccio con lo yogurt al caffè va bene lo stesso?
Io ci provo e poi ti facico sapere;o)

Bacioni cara!
Anto:o)

pa ha detto...

sara' l'ora che e' giusta giusta per fare merenda...ma....non saprei che scegliere.....
ohhh maria siamo a fine febbraio e stai ancora festeggiando.....che bello!!!!
bellissimi i lavori ricevuti....ma la torta....
pa

Anto:o) ha detto...

Maria, questa sera dopo cena ho fatto la torta e ne manca già un terzo....solo Carlo ne ne è mangiate 2 fette;o)
E' proprio buona ed è velocissima!!
Faccio foto e appena riesco la metto sul blog!

Bacioni
Anto:o)

Marilena7003 ha detto...

Preparo spesso la torta di yougurt per le mi ragazze che ne vanno pazze. La scatola delle tisane, nella sua semplicità, è raffinatissima. Ciao Marilena